Ricotta + basilico + brisé = torta salata

AVVENTURE SENTIMENTALCULINARIEDella semplicità che incanta...

La cucina, secondo noi, è creazione del momento. E' un'alchimia fra noi e le materie prime, che docili (e talvolta meno) si trasformano.
Per questo noi di Loveat raramente vi regaliamo istruzioni o tantomeno qualche ricetta, che rischia di essere l'alchimia di qualcun altro.
Ma siccome l'amore per il cibo ispira bei racconti, ci siamo rivolti a Sara Martinelli perché ci raccontasse quel sentimento che la "invade e pervade" quando accende i fornelli e decide di sperimentare qualcosa di nuovo.
Ci interessa l'amore per il cibo, il racconto di queste avventure sentimentalculinarie e, soprattutto, saremmo egoisti a non condividerle con voi, dato che a noi tali avventure sembrano così belle (e buone).
Qualcuno potrà sperimentarle, molti di voi potranno anche decidere di non farlo.
Ma la passione resta qualcosa che va raccontato e testimoniato.
Quindi, che vi accingiate a dar fuoco ai fornelli per seguire Sara o che la leggiate con ingorda curiosità... be', vi auguriamo un buon viaggio, golosi lettori!

Costo: basso
Tempo di preparazione: 15 min di preparazione
1H di riposo
30 min di cottura in forno

Ingredienti:
(x una torta del diametro di 25cm)

Pasta Brisé:
300g Farina 0 
160 g Burro (morbido)
Acqua fredda q.b
Sale q.b

Farcia:
250 Ricotta di pecora
Generosa manciata di Basilico fresco (15 foglie per capirsi)
Parmigiano / Grana  (non troppo, deve dare solo sapidità)
2 uova intere
Sale/pepe
E se lo trovaste fra gli avanzi del frigo: casolet o brie o fontina valdostana o gruviere (non troppo, 50/60 grammi  in dadolata)

Procedimento:
Impastare farina e burro fino a creare un impasto omogeneo (aiutatevi con qualche cucchiaio di acqua gelida).
Far risposare in pellicola in frigo per un'ora (la cucina serve anche a questo: a pazientare e a prenderci i nostri tempi, ndr).



In una ciotola amalgamare con la frusta (non elettrica)  la ricotta, le uova,  sale/pepe, il basilico tagliato a listarelle e avanzi di formaggio a cubetti.

Stendere 2/3 di pasta brisé  in una teglia, adagiarvi il ripieno e ricoprire con la restante pasta.
Spennellare con il tuorlo d’uovo.




Porre in forno caldo ventilato in posizione bassa per 30 minuti circa o comunque fintanto che non sarà raggiunta la cottura dorata in crosta. Sempre meglio accertarsi con la mano (a costo di scottarsi) che attendere i minuti suggeriti  nelle ricette...


Bon appétit!

Sara Martinelli

Post popolari in questo blog

Auguri da viaggiatore a viaggiatori

Dite tutti "Cheeeeeseeeee"!

Franklin '33. A Lucca si beve - Parte prima