L'editoria buona che ci insegna a comprare

CURIOSANDO SUL WEB  Su Eppela

Riceviamo da Sara Berchiolli e volentieri diffondiamo.
Leggete l'appello e, se vi va, date una mano al progetto su Eppela.
Quando il Web aiuta la cultura!


Su Eppela il primo libro per bambini di Altreconomia
Una favola moderna per insegnare il consumo critico

Che cosa succederebbe se un topolino coraggioso volesse aiutare il suo amico contadino, messo in ginocchio dal gigantesco supermercato – o Mercastupore come lo chiama il protagonista di questa storia?

 
Questa è l’avventura raccontata nel primo libro per bambini di Altreconomia, rivista e casa editrice indipendente, che si occupa dal 1999 di economia solidale e nuovi stili di vita.

Eppela, la prima piattaforma di crowdfunding reward based in Italia, ospita il progetto“Opto e il Mercastupore sulle sue pagine. Se il libro scritto da Veronica Pellegrini riuscirà a raggiungere il traguardo, verrà stampato e diffuso e i sostenitori potranno riceverlo in anteprima a un prezzo ridotto.

 
Il topolino Opto insieme ai suoi amici affronterà una straordinaria avventura per difendere il contadino Arturo e la sua fattoria green dal temibile Mercastupore. Battendosi contro mozzarelle paurose e il signor Glutammato, capitano delle scatolette di tonno, Opto scoprirà da dove viene il cibo che compriamo, che cosa succede prima che le merci arrivino al supermercato e che cosa capita agli scarti e agli imballaggi.

 
Arricchito da 15 illustrazioni di Paolo Turini, “Opto e il Mercastupore” si rivolge ai bambini tra gli 8 e gli 11 anni, insegnando loro valori come il consumo critico e pensato, l’autenticità del cibo e l’importanza di sapere cosa stiamo mangiando.
 
Il libro inaugura Poche Storie, la nuova collana di Altreconomia che si promette di raccontare attraverso racconti semplici e diretti la realtà in cui viviamo e cosa possiamo fare per migliorarla.

Per ulteriori informazioni: www.eppela.com


Post popolari in questo blog

Auguri da viaggiatore a viaggiatori

Dite tutti "Cheeeeeseeeee"!

Franklin '33. A Lucca si beve - Parte prima