La vera, originale, inedita storia di Anteprima Vini della Costa Toscana



Anteprima Vini della Costa Toscana 2014 è iniziato questa mattina: per due giorni il Real Collegio di Lucca, una struttura da alcuni anni recuperata alla città, verrà invasa da una folla di appassionati, degustatori e addetti al settore in cerca di novità.
Ma Anteprima ha una storia lunga alle spalle. E ce l’ha raccontata Giampi Moretti delle Terre del Sillabo.


Alla fine degli anni ’90 vi fu un rinnovamento ai vertici del Consorzio dei Vini delle Colline lucchesi e dalla volontà del nuovo esecutivo, di cui Giampi faceva parte, venne fuori l’esigenza di organizzare qualcosa, di fare, oltre che il vino, azioni di diffusione culturale. 
Da queste idee nacque una conferenza, per soli addetti del settore e stampa, tenuta a Villa Bottini sul tema (originale, peraltro, guardando agli organizzatori…) “Perché i migliori vini toscani non sono Doc?”.  
La giornata ebbe una partecipazione tale che l’anno successivo si pensò di replicare e ci si interrogò su un tema che fosse altrettanto stimolante e che suscitasse dibattito e confronto. Si decise per le anteprime di cui a quell’epoca ancora pochi parlavano in Italia. Il messaggio era chiaro ed invitante: parliamo di vino, anche stavolta, ma assaggiamolo! 

Non c’è bisogno di dirvelo: la manifestazione arrivò al suo terzo anno. E qui un’altra svoltadelle tante che hanno portato ad Anteprima Vini come la conosciamo noi.
Si pensò di concentrare l’attenzione sul dato del territorio: riunire i vini della costa toscana, quei vini che non facevano e non fanno parte del triangolo vinicolo Siena-Firenze-Arezzo, vini tra cui si trovano anche veri e propri “colossi” (si pensi al Morellino o ai vini di Bolgheri). Presto si capì l’importanza di questa scelta: la possibilità di dare a una identità forte alla zona. Restò dalla precedente edizione, dato che le formule vincenti non si cambiano, l’assaggio delle anteprime.

Dalla quarta edizione (e ormai siamo nel XXI secolo) quello che era nato come un convegno divenne una due giorni arricchita da eventi collaterali e da laboratori di degustazione. Il pubblico, però, non era ancora previsto.

Andando avanti con le edizioni, si venne chiarendo la volontà di realizzare qualcosa “dal basso”, di rendere i produttori protagonisti dell’evento a loro dedicato. Nacque così l’Associazione Grandi Cru della Costa Toscana, che ad oggi è promotrice ed organizzatrice della manifestazione.

Nel 2009 la svolta: l’apertura al grande pubblico contestualmente allo spostamento nella sede del Real Collegio.

Dal 2010 i produttori iniziarono a presentare, oltre alle anteprime e al loro vino top, anche tutti gli altri vini dell’azienda.

Del 2012 la prima collaborazione con Anna Morelli (Cook_Inc) che ha portato il cibo ad incontrare i vini di Anteprima: show cooking, cene che vedono al collaborazione fra chef stellati e chef lucchesi, anteprime dell’Anteprima Vini che animano la città.

Arriviamo così al 2014 e a questa edizione, la tredicesima con questo nome.
Sperando di aver soddisfatto la vostra curiosità… Non ci resta che invitarvi all’assaggio!


Post popolari in questo blog

Auguri da viaggiatore a viaggiatori

Madrid: chi nasce quadrato non muore tondo

Dite tutti "Cheeeeeseeeee"!