La tempura è una cosa seria... molto seria.

LO CHEF CONSIGLIAI segreti per un'ottima tempura

Con lo Chef Yonosuke Mori.
E' la passione per il cibo che ha portato lo chef giapponese Mori a scegliere la carriera di cuoco, unita alla voglia di migliorare la qualità della cucina del suo paese fondendola con altre e il desiderio di inventare nuovi piatti.
Cuoco da 15 anni, frequenta la scuola di cucina di Kicigiogi a Mitaka, Tokyo, dove impara l'arte della cucina giapponese, cinese e francese.




Nonostante ciò, il suo primo lavoro è come cameriere, al ristorante  italiano Bunryu di Tokyo.
Dopodichè  decide di completare la sua formazione specializzandosi in cucina italiana, frequentando, nel 2000, la Scuola di Cucina di Gianluca Pardini, allora a Siena.

Lavora poi a "Lo scudiero" a Pesaro e all' Hotel "La Pace" di Montecatini.
Lì nasce un amore. Quello fra Yonosuke e il cibo italiano...
Pronto alla sfida, torna in  Giappone e viene assunto come Chef (di cucina italiana) al Bunryu di Takatanobaba, Tokyo, dove lavora tuttoggi.




Ma adesso parliamo di cucina nipponica, dato che Mori san ha voluto regalarci i suoi segreti per una tempura perfetta.



I-Innanzitutto la pastella: deve essere fatta con farina, acqua e uovo (100g, 100g, 1 uovo).
II-L'acqua deve essere ghiacciata e... naturale.
III- Il composto va girato poco e con molta delicatezza, aggiungendovi del ghiaccio.
IV- Il pesce, o qualsiasi altro alimento che vogliate friggere (come per esempio verdure o funghi... deve essere ben freddo.
V-Infine l'olio (di sesamo) deve essere caldissimo, oltre i 200°.
...e adesso Itadakimasu (buon appetito)!!




Laura Beneforti

Post popolari in questo blog

Auguri da viaggiatore a viaggiatori

Dite tutti "Cheeeeeseeeee"!

Franklin '33. A Lucca si beve - Parte prima